Intervento restrittivo bendaggio gastrico regolabile


Bendaggio gastrico Bendaggio gastrico Bendaggio gastrico Bendaggio gastrico

Si pratica in Videolaparoscopia

La capacità gastrica è una cavità di solito virtuale se totalmente vuota.
In stato di normalità lo stomaco contiene circa 0,5L di succo gastrico.
Il suo riempimento può raggiungere volumi di circa 1-1,5L.
Nei pazienti obesi, le cui abitudini alimentari sono caratterizzate dalla introduzione di grandi quantità di cibo e liquidi, il volume può superare 4L. 

Questi sono pazienti che avvertono il senso di sazietà quando il volume di cibo introdotto è elevato, necessario appare, quindi ridurre drasticamente il volume gastrico al fine di stimolare la sensazione di sazietà con piccolissime quantità di cibo. 

Il BENDAGGIO GASTRICO REGOLABILE appare come l'unica soluzione improrogabile

Il posizionamento del bendaggio gastrico regolabile a circa 1,5cm dal giunto gastroesofageo limita e confeziona una tasca gastrica di circa 20 - 30 → 40 ml, (mezza a una tazza di caffè). Il foro di scarico della tasca e di circa 1cm.

Il bendaggio è una fascetta di silicone elastomero, quindi biocompatibile, la cui circonferenza può variare da 9,75 a11 cm ed un'altezza di 1 cm.

Il bendaggio si dice regolabile perché nella porzione interna è inserita una camera gonfiabile che, riempita con acqua distillata, ne riduce il diametro. Il liquido di riempimento viene iniettato attraverso una valvola (port), posizionata nel sottocute, in corrispondenza della regione sottocostale sinistra e collegata al bendaggio mediante un tubicino in silicone.


Durante la fase di dimagramento il foro di scarico della tasca gastrica può essere ristretto secondo le esigenze del paziente e secondo le indicazioni del dietologo (regolazione del bendaggio).
Confezionata la tasca gastrica il paziente riduce drasticamente l'introito alimentare per la ridotta capacità della tasca confezionata, in più non subisce il tormento della fame che di solito compare durante il trattamento dietetico.

Ogni paziente portatore di bendaggio gastrico regolabile deve essere educato a mangiare, scegliendo non solo il cibo che soddisfi il suo palato, ma soprattutto masticandolo a lungo (il cibo deve essere tritato da lunga masticazione ), ovvero attuando quanto sostenevano già nel XI secolo dai medici della Scuola Medica Salernitana "prima digestio fit in ore" la prima digestione avviene in bocca.

L'interevento va praticato in pazienti che si adattano con facilità alla nuova condizione anatomica e sono in grado eseguire il nuovo stile di alimentazione, quindi pazienti particolarmente motivati con una buona capacità cognitivo comportamentale. Essenziale non bere bevande gassate, ma bere dopo circa ½ ora dall'assunzione del cibo.
Va precisato che con questa metodica è possibile riprendere peso se si introducono bevande ricche di calorie e dolci (cappuccini, cocktail alcolici e ricchi di zuccheri.......), cioè alimenti di consistenza liquida - semiliquida che facilmente passano attraverso il foro di scarico della tasca gastrica neo formata.
Attenendosi pedissequamente alle regole raccomandate si raggiunge il peso desiderato entro 1 anno e ½ (In media la perdita di peso si attesta intorno al 50% del peso in eccesso)
L'intervento come su riportato si pratica in video laparoscopia. È una metodica semplice in mani particolarmente esperte. Ha una degenza al massimo di 3 giorni compreso il ricovero preoperatorio. Non presenta complicanze rilevanti nel post operatorio.
La mortalità operatoria (decesso entro 30 giorni dall'intervento) è 0.
È compito del paziente stesso, coadiuvato dal dietologo, evitare i fastidi e le complicazioni che possono verificarsi nei mesi successivi al posizionamento del bendaggio gastrico regolabile. I pazienti non si possono esimere dal rispettare le modalità di alimentazione consigliate:
non mangiare velocemente senza masticare
bere rapidamente per superare il fastidio del cibo che non migra nello stomaco sottostante alla tasca gastrica neo formata
Non rispettare queste due regole essenziali del comportamento alimentare si incorre non solo nel vomito, che talvolta diventa incoercibile, quanto nella complicanza più fastidiosa :  

Lo Slipping della tasca gastrica 

Tale complicanza grave, che richiede la rapida rimozione del bendaggio, consiste nello slittamento della parete della tasca gastrica dilatata sotto la pressione del cibo al di sopra del bendaggio. La parete della tasca gastrica si adagia sulla parete dello stomaco sottostante il bendaggio.

Se il cibo solido non è del tutto tritato non supera il foro di scarico e quindi si adagia nella tasca diluendosi con il succo gastrico. Quando il paziente rimangia, la tasca le cui pareti sono elastiche, si adatta all'aumentato volume fino dilatarsi abnormemente ed adagiarsi sulla parete dello stomaco migrando al di sopra del bendaggio. In tali condizioni il paziente presenta due stomaci e la tasca fa da rumine, perché il cibo che la riempie poi torna in bocca costringendo il paziente al vomito.  

Bendaggio gastrico

Le domande che ricorrono con maggiore frequenza sono:

  • "come si vive con il bendaggio?"
  • "cosa si può mangiare?"
  • "bisogna fare la dieta tutta la vita?"
  • "quando si rimuove il bendaggio?"
  • "L'intervento si fa con i buchi o si apre l'addome?"

Il posizionamento del bendaggio cambia totalmente lo stile di vita.
La prima motivazione è il vedersi modificare quel corpo pesante in un corpo più agile che consente di muoversi con maggiore facilità e sicurezza, ma soprattutto la scomparsa del russamento notturno e della sindrome da apnee notturne, causa di stanchezza mattutina e difficoltà lavorativa per i reiterati attacchi di sonno.
La seconda è il rientrare in abiti con taglie normali
La terza è dimagrire senza incidere su modifiche metaboliche che possono interferire con l'assetto ormonale

Cosa si può mangiare?
Non si deve fare la dieta tutta la vita:
1. L'alimentazione è estremamente ridotta, ma si può mangiare tutto, eccetto i dolci
2. Sono vietate le bevande gassate
3. Mangiare lentamente in 30 - 50 minuti, ma in particolare MASTICARE BENE tale da rendere il cibo totalmente tritato.
4. Importante introdurre bocconi piccoli
5. Al minimo senso di sazietà SMETTERE IMMEDITAMENTE
6. Bere lentamente tra i pasti e non durante i pasti
7. Non coricarsi dopo i pasti, ma attendere almeno 2 ore
8. Fare attività fisica adeguandola al proprie capacità di spesa energetica con l'obiettivo di migliorarla aumentando il lavoro in relazione alla conquista dell'agilità.

Quando rimuovere il bendaggio?

IL BENDAGGIO GASTRICO REGOLABILE può rimanere in sede per tutta la vita.

L'intervento è totalmente reversibile

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser